Alchimie per Audiofili
Ciao a tutti!!
Se siete appassionati di audio dateci una mano a sviluppare ed a far crescere questo forum indipendente e senza sponsor.
Lo Staff di A.p.A.
Ultimi argomenti
» -...2017...-
Mar Dic 05, 2017 4:10 pm Da emmeci

» Torres - Three Futures (2017)
Ven Dic 01, 2017 5:45 pm Da emmeci

» Yaqin MS-12B modifiche stadio linea tweaking & mods
Mar Nov 28, 2017 10:57 am Da MaurArte

» Consiglio amplificatore integrato
Dom Nov 26, 2017 5:17 pm Da MaurArte

» Pronti per i 2 finali su Multiplo???
Ven Nov 24, 2017 7:22 pm Da Aldo Wu

» interfaccia cd a trasformatori megahertz
Lun Nov 06, 2017 1:34 pm Da embty2002

» Prebby HV su PCB Multiplo
Gio Ott 26, 2017 6:45 am Da MaurArte

» Saldatore per uso saltuario
Dom Ott 22, 2017 12:57 pm Da Andrea196

» PrebbyHead HV su PCB Multiplo
Lun Ott 16, 2017 8:55 am Da AlexRoss

Chi è in linea
In totale ci sono 31 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 30 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

dsn64

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 112 il Dom Ott 09, 2016 8:42 am
Sondaggio

Che tipologia di diffusore vorreste?

44% 44% [ 14 ]
56% 56% [ 18 ]

Totale dei voti : 32

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Dicembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Calendario Calendario

Yaqin MS-12B modifiche stadio linea tweaking & mods

Lun Ago 27, 2012 5:31 pm Da MaurArte

Lo stadio linea ed alimentazione originale:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Stadio linea modificato con tensioni di riferimento

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Resistenze ad impasto di carbone tutte da 1/2W escluso quella di catodo da 33K che deve essere da 1W
Condensatore di uscita da 2,2uF in polipropilene metallizzato di buona qualità


Commenti: 530

interfaccia cd a trasformatori megahertz

Sab Nov 04, 2017 10:48 am Da embty2002

salve,
ho preso usata questa interfaccia cd della megahertz
http://www.megahertzaudio.it/interfaccia_cd_a_transformatore.htm
a quanto mi ha spiegato il venditore, ha al suo interno dei trasformatori
con rapporto 1:1 avvolti a mano e migliorano l'isolamento galvanico.
siccome ho un preamplificatore a operazionali che ha come condensatori
d'ingresso dei MKP, montando a monte questa interfaccia cd, …

Commenti: 6

pre phono tc-750 eliminare riaa

Lun Set 04, 2017 8:46 am Da wakaJawaka

Buongiorno ragazzi;
non fate caso alla bizzarra richiesta, ma per esperimenti di conversione vinilica, dovrei togliere lo stadio riaa al pre phono tc750 (la riaa la applicherò dopo via software)

l'idea è questa  http://www.pspatialaudio.com/flatpreamp.htm

Normalmente, dovrei togliere c4 e e c5 (magari ponticellare c5), per usare il pre come solo stadio di guadagno senza equalizzazione, ma se …

Commenti: 4

2 moduli in BTL con tpa3118 per fare un integratino stereo (?)

Lun Ago 14, 2017 4:47 pm Da Andrea196

Salve,
Da quello che si legge in giro sembra che il tpa3118 sia superiore come qualità del suono rispetto al 3116,
quindi la curiosità mi spinge a chiedervi [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]  :
qualcuno ha già giocato con questi economicissimi moduli?


Commenti: 7

Pomice Buffer ad operazionali (by Vincenzo e Aris69)

Mer Giu 13, 2012 10:15 pm Da Dan73

Ho rielaborato (per modo di dire) il progetto di Vincenzo e Aris69 prima di montare i componenti volevo sapere se nontate qualcosa di sbagliato nello schema.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Metto anche gli schemi originali per un utente del t-forum che me li ha chiesti (di la non li trovo più [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] )

Alimentazione con massa virtuale (0-18 V)
[url=http://www.servimg.com/image_preview.php?i=195&u=14367165][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Commenti: 1

Kit 6SN7-SRPP su ebay

Gio Mar 09, 2017 8:29 am Da superluca71

Maurizio che ne pensi di questo?

Link

Commenti: 3

il mio OTL con 6c33c

Sab Dic 28, 2013 8:43 pm Da ideafolle

dopo 3 protipi, ed indecisioni varie di natura estetica, ed di alimentazioni a supporto o deciso di farlo cosi. si svilupera in verticale con le valvole montate in orizontale . lo schema e' quello di bebo marotta MK2 con laimentazioni modificate secondo la capocia mia ........speriamo bene bo!!!!!!!   [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]  un sentito ringraziamento a  SONTERO   [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]  (giovanni ) per la sua …

Commenti: 280

Prossimo finale: MyRef, MPC-MK2 o Abletec ALC0240-2300

Lun Apr 14, 2014 7:25 pm Da Jumping

Vorrei cimentarmi con una di queste realizzazioni, probabilmente dopo l'estare, in particolare
il Myref o l'MPC mi intrigano, qualcuno del forum li ha costruiti entrambi o uno dei due?

Commenti: 266

in quel di camaiore lido (luca)

Mar Nov 29, 2016 4:16 pm Da ideafolle

piccola rece in quel di (lido di camaiore)
un amico mi a chiesto........
Filippo Calcagno A zii, e tu l'ampli a reazione nucleare, quello con 8 missili, come l'hai portato?

Commenti: 1


Negozio di dischi e sala audiofila a Roma : Tarkus Records

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Negozio di dischi e sala audiofila a Roma : Tarkus Records

Messaggio  Ivan il Lun Ott 01, 2012 7:11 pm

Vi segnalo che il negozio di dischi a Roma è Tarkus Records
http://www.tarkusrecords.com/

Ad un anno dall'apertura, agli amici di Via Baldi un grande in bocca al lupo. Very Happy



Oltre al vinile nuovo e usato, ai CD ed altro troverete anche una sala audiofila rabbit

Intervista a Paolo Ansali:
http://www.musicalnews.com/articolo.php?codice=24027&sz=3

The rock future is unwritten: con noi Paolo Ansali, tra l'altro socio del negozio di dischi Tarkus Records...
di Francesca Odette Croxignatti


Il 24 Settembre il negozio romano compie il primo anno di vita: e' un mix perfetto di coraggio, incoscienza e passione, come tutta la vita di Paolo Ansali, sospeso tra l'amore per il cinema, gli inizi con Metal Massacre, Musikbox ..

Lo raggiungiamo al numero 29 di Via Andrea Baldi, proprio nella sede della Tarkus Records. Siamo scesi dal Viale delle Medaglie d'Oro e raggiunto Via De Carolis: Via Andrea Baldi e' una sua traversa..

Un bentrovato a Paolo Ansali: come ti descriveresti e … perche' proprio in quel modo?

Sinceramente non saprei come descrivermi, è una cosa a cui non ho mai pensato. Posso dirti che trovarmi nel ruolo dell’intervistato, invece che dell’intervistatore, mi fa un effetto un po’ strano… Come sdoppiarsi fisicamente, guardandosi da un punto che non conosci.

Cosa non va nel mondo della musica in Italia in questo momento? Da quale parte cominceresti a cambiare le cose?

Si parla spesso di una grave crisi che ha colpito duramente anche nel mondo della discografia. Probabilmente ad essere in crisi è il supporto fisico, le major in accordo con i principali colossi della vendita di musica online, hanno già deciso il destino dei vari supporti e formati musicali. Si parla sempre più spesso della fantomatica musica liquida. Si potrebbe partire per esempio dall’abbassare l’aliquota Iva dei CD al 4%, come per i libri, ma sembra addirittura che aumentera'!

Quali sono gli artisti che hai amato in passato e quali quelli che segui ora con maggiore interesse?

Sono cresciuto nei dorati e spensierati anni ’80 in cui i giovincelli si dividevano in due categorie: paninari o metallari. Ho scelto la seconda strada, anche grazie ad una mitica trasmissione radiofonica romana che si chiamava “Metal Massacre”, condotta dal compianto Baffo, scomparso quest’anno. Era un momento d’oro per il genere, amatissimo da tanti ragazzi ma quasi snobbato dalla critica, in cui uscivano capolavori di Iron Maiden, Yngwie Malmsteen, Queensryche e tanti altri, ho ancora i vinili da qualche parte. Nello stesso periodo ho cominciato a scoprire i grandi gruppi e artisti anni 60/70, quello che viene definto ”classic rock”, la base di tutto, Beatles, Led Zeppelin, The Who, Jimi Hendrix, Pink Floyd (che vidi allo Stadio Flaminio nell’ 88 a 18 anni, il loro primo ritorno in Italia) solo per citarne alcuni. Lo stesso per i gruppi italiani come Banco, Area, PFM, Goblin e i cantautori. Classici che puoi ascoltare anche mille volte ma non ti stanchi mai. Non mi sono fatto mancare niente a livello musicale, arrivando anche al free jazz o alla classica contemporanea. E’ stata un’evoluzione naturale. Oggi mi piacciono artisti che fanno riferimento a quel periodo magico come i Porcupine Tree o gli Ozric Tentacles. E le female-band, of course!

Nel tuo recente passato, il varo di Tarkus Records: atto di coraggio, incoscienza, passione sfrenata... !?!?!

L’idea di aprire un negozio di dischi, che compie un anno il 24 settembre, è nata grazie ad altri due soci che si sono gettati in questa avventura. Uno è Anselmo Patacchini, direttore e fondatore della rivista Musikbox, esperto di hi-fi, e l’altro Fabio Loffredo, a lungo commesso in un negozio di dischi storico a Roma che si chiamava Revolver, uno dei punti di riferimento per noi appassionati. Ci conosciamo da diversi anni. Parlando con Anselmo in redazione e con Fabio ai concerti siamo giunti alla fondazione di Tarkus Records. Vendiamo sia CD che vinili, nuovi e usati, oltre ad una saletta d’ascolto al piano inferiore per prove audiofile. In questi mesi siamo riusciti ad organizzare anche degli show-case acustici, malgrado lo spazio non sia molto. Tra gli altri hanno suonato Nina Monti, Raffaela Daino dei Pivirama, Marco Ro, i Kaledon (in sei!) e abbiamo partecipato al Record Store Day. Abbiamo avuto come gradito ospite un mito del prog, Aldo Tagliapietra de Le Orme. Nel nostro piccolo ci diamo da fare. Aprire quando molti chiudono sembra un controsenso ma è un sogno che avevamo da molto. E’ un mix perfetto di coraggio, incoscienza e passione.

A proposito di passione, e' noto il tuo essere tifoso romanista: ma di cos'altro sei fan?

Un’altra smisurata passione è il cinema, specialmente riguardo film che si legano alla musica. Quando vedi “Tommy” o “The Wall” anche sul grande schermo, dopo aver sviscerato il concept-album che c’era dietro, capisci bene la potenza visiva che si sprigiona da quelle canzoni immortali.
Oltre alla musica scritta, provo anche a suonarla, la batteria è un altro pallino che mi porto dietro da diverso tempo. Per il resto leggo molto, mi tengo informato, tengo d’occhio il web, usandolo sempre nel modo giusto, senza esagerare.

Usiamo una macchina spazio/tempo: in quale epoca ti trasferisci e... perche'?

Senza essere nostalgici a tutti i costi a me va bene anche l’era attuale in cui viviamo. Certo, non sarebbe stato male vedere Michelangelo affrescare la Cappella Sistina o Colombo sbarcare in America ma ogni epoca ha il suo fascino. Se penso a tutti i concertoni storici che mi sono perso, e che oggi in parte rivivono grazie a qualcuno che c’era, probabilmente in quel caso avrei voluto avere la macchina del tempo. Magari una fantastica DeLorean come in “Ritorno al Futuro”!

Dice il nostro diretur Giancarlo Passarella che tu sei la dimostrazione concreta di come passione e tenacia possano portare risultare concreti. A cosa avra' voluto riferirsi?

Ringrazio il Diretur per queste belle parole. Lo conosco ormai da oltre dieci anni, ricordo che eravamo presenti in quel periodo con Musikbox alle Convention di Ululati dall'Underground a Firenze …. e posso dire anch’io le stesse cose di lui. Portare avanti un sito importante come Musicalnews, pur senza budget astronomici, ma solo con la passione e la tenacia che lo contraddistingue è stata una bella impresa!

Tra te ed il nostro diretur ci sono un po' di amici in comune: te la senti per qualcuno di loro di offrirci una tua descrizione... evidenziarne delle peculiarita'?

Come peculiarità metto al primo posto bravura, simpatia, erudizione musicale per tutti quelli che conosco. Credo che il Diretur condivida in pieno le mie parole. S’è creato un bel team, solido, affiatato, riuscendo a lavorare a volte anche in modo telepatico!

Paolo Ansali uomo e Paolo Ansali comunicatore: riescono le due realta' a vivere assieme? Quali hobby riesci a coltivare?
Non riesco a coltivare hobby proprio perché mi sento assorbito per 24 ore al giorno in un mondo che credo ormai di conoscere abbastanza bene, quello delle sette note. E va benissimo così!

Proviamo a guardare ora al futuro: cosa avra' fatto Paolo Ansali domani, fra un mese o fra un anno? Hai qualche sassolino da toglierti?

Mi permetto di citare il grande Joe Strummer con le parole “The future is unwritten”, credo davvero che il futuro si realizza giorno per giorno. A 42 anni mi trovo a fare ciò che mi piace mettendoci più passione e grinta che posso. Per il resto si vedrà. Visto che siamo in tema di citazioni un celebre disco di Van Morrison s’intitolava “No guru, no method, no teacher”. Un consiglio per non farsi influenzare troppo ma pensare sempre con la propria testa.
avatar
Ivan
♪ Moderatore ♪
♪ Moderatore ♪

Messaggi : 548
Data d'iscrizione : 05.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum